Supporto per piegare e incollare

Piccoli magneti rendono possibile la costruzione di complesse figure geometriche di carta
Autore: J.B., München, Germania
Online da: 16.02.2009, Numero visite: 115667
Un icosaedro
Un icosaedro
Quando si prova a realizzare un corpo cavo di carta/cartone (o un altro materiale facile da lavorare), prima o poi si arriva (almeno per i corpi chiusi) a un punto in cui non si ottiene più un buon risultato con le ultime piegature da incollare: non si riesce più a premere con le dita da entrambe le parti. Una delle due parti, infatti, si trova all'interno della figura.
Se si tratta soltanto di semplici geometrie (ad esempio, un cubo), allora in qualche modo si riesce sempre a sistemare anche l'ultima piega. Tuttavia, per figure più complesse e soprattutto più piccole (come il complicato rombicubottaedro nella scatola protettiva di cartone), diventa molto più difficile.
Naturalmente, come sempre, arrivano in soccorso i Supermagneti (Q-05-04-01-G, S-03-01-N o altri): l'importante è che siano piccoli, con le superfici magnetiche relativamente grandi, ed economici :-).
Basta posizionare uno dei piccoli magneti nel suddetto "punto critico", dove non si riescono più a fissare bene le ultime linguette da incollare, facendolo passare attraverso l'apertura rimasta nel corpo. Fissare i punti corrispondenti con la colla e chiudere il corpo.
Poi, dall'esterno, muovere avanti e indietro sull'incollatura un secondo magnete (o un oggetto ferromagnetico, per esempio una penna a sfera) come controparte. Il magnete preme dall'interno sulla linguetta da incollare e garantisce una buona tenuta.
Purtroppo, non si può vedere il magnete all'interno del corpo cavo; in compenso, in questo video si può vedere come viene attratto dalla penna a sfera.
Vantaggio: geometrie anche molto complesse si possono incollare fino alla fine in modo preciso e una figura finita può poi essere applicata, ad esempio, al frigorifero.
Svantaggio: Il magnete resta all'interno della figura, costruita con tanta fatica, fino a che questa non viene distrutta (d'altra parte, naturalmente, moltiplicando così il suo valore...)
Inoltre, per la scatola di cartone (involucro protettivo per il rombicubottaedro), sono stati molto utili i cubi magnetici: fissavano le incollature come piccoli morsetti. E' molto comodo perché il cartone rigido non si lascia piegare così facilmente e tende a riaprirsi nelle incollature non completamente asciutte.
Grazie ai magneti si hanno le mani libere e si può continuare a lavorare velocemente.

L'intero contenuto di questa pagina è protetto dal diritto d'autore.
Senza espressa autorizzazione, non è permesso copiarne il contenuto né utilizzarlo in alcun'altra forma.

In alto